Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il teatro San Carlo di Napoli riparte dalla Cavalleria rusticana. Franceschini: «Avanti con le piattaforme online della cultura» – Il video

Il ministro: «Un successo enorme con decine di migliaia di persone collegate in tutto il mondo che ci spinge ad andare avanti sul progetto della piattaforma digitale della cultura»

The show must go on, in qualche modo. E il modo è lo streaming online. Il teatro San Carlo di Napoli riparte, nonostante i numeri ancora allarmanti dell’epidemia da Coronavirus. Sul palco va in scena la Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e il successo portato a casa con il numero di adesioni all’iniziativa è sorprendente. Oltre 50 mila persone in Italia sono interessate allo spettacolo e quasi 30 mila hanno pagato per poterselo godere dal proprio monitor. L’evento, al costo di 1,09 euro, è disponibile su Facebook – partner dell’iniziativa – da oggi, 4 dicembre, e per i prossimi tre giorni. Protagonisti dell’opera, in forma di concerto, Jonas Kaufmann, nei panni di Turiddu, e Elina Garanca, in quelli di Santuzza.


Franceschini: «Un successo enorme»

A guidare l’orchestra e il coro del teatro San Carlo, il Maestro Juraj Valcuha. Dal 7 dicembre e per una settimana poi sarà possibile guardare lo spettacolo on demand sul sito del teatro San Carlo per 7 giorni, dopo di che sarà trasferito sulla piattaforma della Deutsche Grammophon. Il triofo dell’online, dunque. Soddisfazione è stata espressa dal ministro per i Beni e le attività culturali Dario Franceschini: «Un successo enorme con decine di migliaia di persone collegate in tutto il mondo che ci spinge ad andare avanti sul progetto della piattaforma digitale della cultura». «L’intuizione è giusta. La piattaforma online – ha concluso il ministro – è un progetto a cui stiamo lavorando per poter offrire la cultura italiana a tutti e in tutti i paesi del mondo».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: