«Siete tutti invitati. Fino alla libertà»: la festa in zona rossa (e senza mascherine) organizzata a Varese dall’ex Forza Nuova Tomasella

Creatore della chat Telegram «Varese Libera», l’uomo era già noto alle autorità: in passato ha pubblicato indicazioni su come prenotare nei ristoranti chiusi, violando le regole anti Covid

Una festa clandestina a Varese, con 40 invitati, in barba alle norme di contenimento contro il Coronavirus. A organizzarla, Francesco Tomasella, creatore e amministratore della chat su Telegram «Varese Libera». L’uomo, ex militante di Forza Nuova e attualmente referente del partito Vox Italia, fondato da Diego Fusaro, è un volto noto alle autorità: in passato ha pubblicato più volte indicazioni su come prenotare nei ristoranti chiusi, violando così le regole anti Covid. Nella notte tra ieri e oggi, ha dato vita a una festa aperta a tutti, nonostante in Lombardia sia attiva la zona rossa. Alla fine erano presenti 40 persone, tutte senza mascherina.


L’intervento delle forze dell’ordine

«Siete tutti invitati alla festa che ho organizzato per il mio compleanno dalle ore 19! – scriveva fino a qualche giorno fa nei suoi messaggi -. Musica, balli, cibo e bevande uniche! Chi vuole partecipare mi scriva in privato entro martedì! Qui è meglio non pubblicare l’indirizzo, non sia mai lo veda qualche Sceriffo/Spione di Regime che ci voglia rovinare la festa. Grazie a tutti! Fino alla libertà!». Alla fine i festeggiamenti sono stati interrotti da un’inviata di Striscia la Notizia, Valeria Deste, che è riuscita a riprendere la scena. Aveva infatti risposto all’invito di Tomasella, presentandosi al party. Dopo aver documentato la cosa, ha segnalato le violazioni alle forze dell’ordine, che si sono presentate sul luogo della festa, identificando tutti i presenti.


«I giornalisti? Servi di regime»

Tomasella s’è poi scagliato a mezzo social contro Valeria Deste, pubblicando un post sulla sua pagina Facebook in cui definisce la giornalista una «talpa infiltrata». «Come vedete – si legge nel post – questa Valeria Deste lavora per Striscia. Che dire… Mai fidarsi dei giornalisti… Nella stragrande maggioranza dei casi servi di regime».

Da sapere:

Leggi anche: