Coronavirus, il coprifuoco del Nord. Chiusi cinema, teatri, musei e concerti. Stop alle discoteche, bar e ristoranti aperti solo fino alle 18

Le misure nel decreto firmato nella notte da Giuseppe Conte

Cinema e teatri chiusi. Sospese le manifestazioni e gli spettacoli. Queste le misure previste dal governo che saranno valide nel Nord Italia. Un decreto firmato dal premier Giuseppe Conte alle 3.22 di questa notte.

Previsto dal nuovo decreto anche lo stop ai pub, sale gioco e discoteche per limitare il contagio e impedire alle persone di trovarsi a una distanza troppo ravvicinata. 

Inoltre in Lombardia e nelle altre 14 province interessate dal decreto, i bar e i ristoranti saranno aperti dalle 6 alle 18, ma anche in questo caso con la limitazione che garantiscano almeno un metro di distanza tra i clienti. Altrimenti scatta la sospensione dell’attività. «Ci rendiamo conto che è molto severa manon possiamo più consentire contagi», ha detto Conte in conferenza stampa. 

I governatori di alcune regioni hanno espresso dubbi e perplessità su queste nuove misure, ritenendole troppo restrittive. Mentre nella notte la stazione di Milano Garibaldi è stata presa d’assalto con le persone che cercavano di fuggire dalla Lombardia per non trovarsi “intrappolati” nella Regione.

Foto copertina: Nanni Moretti | Instagram

Il parere degli esperti

Leggi anche: