Coronavirus, i numeri in chiaro. Pregliasco: «Non è finita, ci saranno altri focolai. Più contatti, più contagi» – Il video

Open analizza gli ultimi dati dell’emergenza sanitaria del Coronavirus con il direttore sanitario dell’istituto Galeazzi di Milano

Calano i positivi, diminuisce il numero dei ricoverati e dei pazienti in terapia intensiva mentre cresce leggermente il numero delle vittime per Coronavirus. I numeri di oggi, 23 aprile, segnalano dunque un trend positivo, come conferma Fabrizio Pregliasco, epidemiologo e direttore sanitario dell’istituto Galeazzi di Milano. «La Lombardia, la sorvegliata speciale di questa pandemia, “tiene” e migliorano sia Milano provincia che Milano città. Zero casi, o quasi, invece, in alcuni regioni (come Molise, Basilicata e Valle d’Aosta, ndr)», spiega a Open.

Open | I dati del 23 aprile 2020

Poi, però, avverte: «Ci stiamo preparando alla fase 2 ma dobbiamo sapere che nei prossimi mesi ci saranno altri focolai. Non è finita qui, dovremo convivere con il Covid-19 chissà ancora per quanto tempo. La riapertura, adesso, è necessaria anche se è ovvio che più contatti portano più rischi, dunque più infezioni».

Open | Oltre 3mila guariti in un giorno

Come sarà l’estate 2020? «Quest’anno non sarà né opportuno né possibile, forse, scegliere luoghi esotici. Ricordiamoci che abbiamo anche noi posti bellissimi. L’Italia, infatti, si è fatta una fama negativa “subita” e non ovviamente “cercata” rispetto alla gran presenza di casi sul nostro territorio. Dovremo fare i conti con una modalità diversa di spostamento e condivisione».

Grafiche di Vincenzo Monaco | Video di Open

Il parere degli esperti:

Leggi anche: