Trump, il 56% degli americani pensa che debba essere rimosso prima della fine del mandato

di Redazione

L’America rimane comunque divisa: solo metà del Paese si fida di Joe Biden

Donald Trump non può più essere il presidente degli Stati Uniti d’America e deve lasciare la Casa Bianca prima della fine del suo mandato (agli sgoccioli, giacché il 20 gennaio Joe Biden giurerà da 46esimo presidente degli Stati Uniti). A decretarlo, più della metà degli americani (il 56%) che così ha risposto nell’ultimo sondaggio di Abc-Ipsos. A scatenare l’impietoso giudizio è stato l’assalto a Capitol Hill di questa settimana guidato dai supporter del tycoon e che ha provocato anche delle vittime. Secondo l’istituto di statistica, dunque, meno di un terzo degli americani si fida di Trump per proteggere la democrazia negli Stati Uniti. Tuttavia, l’America rimane divisa poiché solo la metà del Paese si fida di Joe Biden come custode dei princìpi della democrazia statunitense.


Il 67% degli americani dice che a Trump va in parte (15%) o quasi totalmente (52%) la responsabilità delle rivolte a Washington Dc. Praticamente tutti i democratici (94%) e la maggioranza degli indipendenti (58%) credono che il presidente dovrebbe essere rimosso; anche alcuni repubblicani sono della stessa idea (13%). C’è inoltre chi è convinto che il presidente uscente Usa debba rimanere a ricoprire il suo incarico (43%). Circa la metà di loro crede che non abbia fatto nulla di sbagliato (54%), metà (45%) invece crede si sia spinto troppo oltre, ma questo non è sufficiente a chiedergli di abbandonare lo studio ovale ora perché tanto lascerà l’incarico il 20 gennaio prossimo. Il 61% dei repubblicani crede che il presidente non abbia fatto nulla di male.


Leggi anche: