Sanremo 2021, Amadeus: «Nessun piano B: o si fa con il pubblico o niente»

Il presentatore, che ha condotto l’edizione del 2020, ha chiarito: «È impensabile l’Ariston vuoto, o con il pubblico distanziato e poi l’orchestra»

Al Festival di Venezia di quest’anno il pubblico riempe solo la metà delle sale. Le feste private sono vietate quasi ovunque e il red carpet è contingentato. Un evento diverso, costruito sui compromessi necessari ai tempi del Coronavirus. Compromessi che invece Amadeus ha già chiarito che non saranno ammissibili per un altro Festival, quello di Sanremo: «Sono state rese note le date, dal 2 al 6 marzo, un mese dopo rispetto all’anno scorso. Non c’è nessun piano B per il festival di Sanremo, Deve essere nella totale normalità. O si fa con il pubblico o nulla».

Durante Festival della tv e dei nuovi media di Dogliani il conduttore, che ha guidato l’ultima edizione di Sanremo, ha spiegato che non riesce a immaginare una platea vuota o riempita solo in parte: «È impensabile l’Ariston vuoto, o con il pubblico distanziato e poi l’orchestra. E chi lo dice a Fiorello che non può sputarmi l’acqua sul collo?». I cantanti che parteciperanno a Sanremo 2021 verranno ufficializzati il 17 dicembre, in prima serata su Rai1.

Foto di copertina: ANSA/RICCARDO ANTIMIANI | Amadeus

Leggi anche: