Lombardia: per Fontana che esita dopo l’altolà di Salvini, la spallata del raddoppio dei contagi

di OPEN

I numeri dei nuovi casi in arrivo nel pomeriggio sarebbero molto pesanti e potrebbero essere decisivi per la stretta

La notizia ha cominciato a circolare da pochi minuti nei piani alti di Palazzo Lombardia, la sede della regione subito dietro lo storico Pirellone. Secondo la prima aggregazione grezza dei dati in arrivo dalle varie province, il numero dei nuovi contagi da Coronavirus supererebbe la cifra di 4 mila, un raddoppio rispetto alla soglia dei giorni scorsi, già di per sé allarmante.


Il riscontro ufficiale del pomeriggio costituirà la spallata che dovrebbe porre fine alle esitazioni sulle misure più drastiche contenute nell’ordinanza già predisposta dai tecnici del governatore Attilio Fontana, che come è ormai noto è ferma per le obiezioni mosse dal leader della Lega Salvini, in un confronto in videoconferenza con Fontana e altre figure di peso del partito che si è svolto alla fine del pomeriggio di ieri, e di cui Open ha già riferito.

Il testo dell’ordinanza con le nuove misure di contenimento dei contagi è stato inviato dalla Regione ai sindaci dei capoluoghi lombardi e all’Anci (associazione nazionale comuni italiani) Lombardia. Da palazzo Lombardia fanno sapere, secondo quanto riporta l’Ansa, che l’emanazione del provvedimento dovrebbe avvenire nel corso della mattinata alla fine di un percorso di condivisione, come già previsto ieri.

In copertina ANSA | I tavolini di un ristorante in piazza del Duomo a Milano, 19 ottobre 2020.

Leggi anche: