Coronavirus, emergenza a Lodi. Fontana: «51 ricoveri gravi di cui 17 in terapia intensiva»

Una nuova situazione critica, secondo la testimonianza del governatore lombardo: molti sono stati trasferiti in altri ospedali della regione

Peggiora la situazione a Lodi a cauda dell’epidemia di Coronavirus. A comunicarlo è il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana: «Purtroppo questa notte è scoppiata un’altra emergenza a Lodi», spiega stamane all’Aria che tira su La7 parlando di coronavirus. «A Lodi improvvisamente nel pomeriggio di ieri c’è stata un affollamento di ricoveri: 51 ricoveri gravi di cui 17 in terapia intensiva».

L’ospedale però, prosegue il governatore, «non ha un numero sufficiente di camere di terapia intensiva per cui sono stati trasferiti in altre terapie intensive della Regione». Poi l’affondo in merito alle polemiche che lo hanno investito in questi giorni per l’annuncio dato via social – indossando una mascherina – di una sua collaboratrice positiva al test e dell’annuncio dell’autoisolamento del governatore. «Se si ridesse meno della mascherina e si guardasse il problema più attentamente credo che sarebbe saggio», affonda Fontana.

In copertina ANSA/Marco Ottico | Controlli vicino Lodi, 26 febbraio 2020

Il parere degli esperti

Leggi anche: