Coronavirus, 601 morti in un giorno, sono 6.077 in tutto. 3.780 nuovi contagi e 408 guariti – Il bollettino della Protezione civile

Per il secondo giorno, frenata dei nuovi contagi. I pazienti ricoverati in strutture ospedaliere con sintomi sono 20.692, di cui 3.204 in terapia intensiva

Il bollettino del 23 marzo

È ancora presto per parlare di frenata nel numero dei contagi da Coronavirus in Italia ma continua per il secondo giorno ad abbassarsi la curva delle nuove positività. L’ultimo bollettino ufficiale della Protezione civile, comunicato nel consueto appuntamento quotidiano dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli, parla di 601 nuove vittime, il che porta il totale dei morti a 6.077. Il numero delle persone attualmente positive sale intanto a 50.418 pazienti, con 3.780 nuovi contagiati. Complessivamente sono state colpite dal virus 63.927 persone. Quanto alle guarigioni, nelle ultime 24 ore sono guariti 408 pazienti, per un totale di 7.432.

I pazienti ricoverati in strutture ospedaliere con sintomi sono 20.692, di cui 3.204 in terapia intensiva. 26.522 sono invece le persone in isolamento domiciliare in tutta Italia.

Ieri e oggi a confronto

Fino a ieri erano 46.638 i pazienti positivi al virus, per un totale di 59.138 persone colpite dall’infezione. Le guarigioni registrate erano 7.024 , i deceduti 5.476. Nella giornata di ieri, il quadro nelle regioni era questo: 17.885 positivi in Lombardia, 6.390 in Emilia-Romagna, 4.644 in Veneto, 4.127 in Piemonte, 2.231 nelle Marche, 2.144 in Toscana, 1.351 in Liguria, 1.272 nel Lazio, 866 in Campania, 738 in Friuli Venezia Giulia, 885 nella Provincia autonoma di Trento, 648 nella Provincia autonoma di Bolzano, 748 in Puglia, 596 in Sicilia, 539 in Abruzzo, 500 in Umbria, 354 in Valle d’Aosta, 327 in Sardegna, 260 in Calabria, 81 in Basilicata e 52 in Molise.

L’andamento dei nuovi contagi negli ultimi 10 giorni

La conferenza stampa

Angelo Borrelli ha sottolineato «la grande solidarietà degli italiani, con 25,5 milioni già raccolti sul conto corrente della Protezione civile che verranno usati per acquistare materiale sanitario». Borrelli ha anche fatto sapere che la Germania ha accolto i primi due pazienti positivi italiani e dovrebbe accoglierne 8 positivi in tutto: «ciò evidenzia quanto sia importante la solidarietà internazionale».

I pazienti positivi nelle regioni

In base ai dati ufficiali della Protezione civile, il numero di persone al momento positive al SARS-CoV-2 è così distribuito di regione in regione:

I contagi (totali) provincia per provincia

Il parere degli esperti

Leggi anche: