Sanremo 2021, il protocollo anti-Covid: niente sala stampa, né red carpet. Obbligo di tampone quotidiano per tutti

Il “Codice di comportamento per gli artisti” stilato da Afi, Fimi e Pmi è stato inviato alla Rai e al Cts per l’approvazione ed eventuali integrazioni

Una città di Sanremo blindata e un Festival supersorvegliato per garantire la sicurezza di tutti gli artisti, staff, tecnici, orchestrali, fonici e, ovviamente, dei presentatori e delle presentatrici e degli ospiti di Sanremo 2021, con tamponi rapidi quotidiani, interviste da remoto, cancellazione della sala stampa (per trasferirla online) e massima tracciabilità degli spostamenti, degli ingressi e dei movimenti fuori e dentro al teatro Ariston. Sono queste le principali proposte contenute nel Codice di comportamento per gli artisti a Sanremo 2021 e presentate alla Rai e al Comitato tecnico scientifico dalle principali associazioni di categoria dell’industria discografica italiana, tra cui Afi, l’associazione fonografici italiani, Fimi (Federazione industria musicale italiana) e Pmi, che raccoglie i produttori musicali indipendenti, per un Festival all’insegna della sicurezza. Un protocollo anti-Covid non ancora definitivo, che dovrà essere integrato con le disposizioni degli esperti del Cts e della Rai.


Tamponi rapidi obbligatori per tutti ogni giorno

Per tutte le persone coinvolte nell’organizzazione del Festival, direttamente o indirettamente, ci dovrà essere l’obbligo di tampone molecolare da svolgersi nelle 72 ore che precedono la partenza. Alla Rai è stato richiesto di allestire in piazza Colombo a Sanremo «una o più tende per effettuare tamponi rapidi», a carico degli organizzatori del Festival. I test dovranno essere effettuati ogni giorno «a tutte le persone presenti e coinvolte, ossia artisti, direttori d’orchestra, fonici, operatori accreditati, staff, trucco e parrucco, videomaker, fotografi, driver degli artisti e altri». La gestione organizzativa dei tamponi sarà a carico della Rai, a cui è stato comunque richiesto di fornire alle case discografiche in gara tutti i dettagli. 

Presenze nel Teatro Ariston

Nel documento viene consigliato di limitare le presenze all’interno del teatro ai soli addetti ai lavori (artista, un solo accompagnatore, direttore d’orchestra, fonico) che saranno dotati di un badge apposito per avere accesso alle aree autorizzate (teatro, retro palco, camerini). Non viene fatto riferimento alla dibattuta questione sul pubblico in sala all’Ariston, né pagante, né di figuranti, la cui scelta spetterà alla Rai.

Misure di sicurezza negli hotel e interviste online

Quanto alla permanenza degli artisti e dei relativi staff a Sanremo, Afi, Fimi e Pmi ribadiscono che gli hotel dovranno seguire scrupolosamente le procedure anti-Covid, «garantendo l’accesso solo ed esclusivamente agli operatori accreditati». Negli hotel dovranno essere individuati degli spazi appositi per interviste e conferenze che si svolgeranno esclusivamente online. Gli hotel dovranno poi provvedere a far recapitare i pasti agli artisti e ai relativi team in camera, in totale sicurezza. 

Attività promozionali da remoto e creazione sala stampa online

A differenza degli anni scorsi tutte le attività promozionali dovranno svolgersi esclusivamente da remoto. Sono altresì «esclusi i red carpet, esibizioni, servizi fotografici o collegamenti esterni, se non strettamente necessari e regolamentati all’interno del teatro Ariston». Quanto ai giornalisti, è stata avanzata la proposta di creare una room online, valida anche per votazioni, in sostituzione della tradizionale presenza in sala stampa dei giornalisti.

Ingressi scaglionati e spostamenti in sicurezza

A garanzia della sicurezza di tutti, viene richiesto alla Rai di garantire il corretto flusso delle persone, scaglionandone gli ingressi nel teatro in orari differenti, nonché l’alternanza nell’utilizzo dei camerini, attraverso l’impiego di apposita security e sistemi di igienizzazione degli spazi. Anche gli spostamenti degli artisti e degli staff «dovranno essere affidati allo stesso driver dell’azienda per ogni artista e team e il mezzo dovrà essere sanificato di volta in volta». Anche per i driver dovrà essere assicurato il continuo monitoraggio con i tamponi rapidi. Infine, Afi, Fimi e Pmi si impegnano a «fornire alla Rai l’elenco dei propri collaboratori presenti a Sanremo, con il luogo dove risiederanno per l’intera manifestazione. Tale lista – si legge infine nel documento – andrà gestita da Rai che dovrà occuparsi della logistica: tamponi, pass, accessi». 

Foto in copertina: Il palco di Sanremo 2020, ANSA/ETTORE FERRARI

Speciale Sanremo 2021

I conduttori

I 26 Big (Campioni) in gara

AielloOra | AnnalisaDieci | ArisaPotevi fare di più | BugoE invece sì | Colapesce e DimartinoMusica leggerissima | Coma CoseFiamme negli occhi | Ermal MetaUn milione di cose da dirti | Extraliscio e Davide ToffoloBianca Luce Nera | FasmaParlami | Francesca Michielin e FedezChiamami per nome | Francesco RengaQuando trovo te | FulminacciSanta Marinella | GaiaCuore Amaro | GhemonMomento perfetto | Gio EvanArnica | IramaLa genesi del tuo colore | La Rappresentante di ListaAmare | Lo Stato SocialeCombat Pop | MadameVoce | Malika AyaneTi piaci così | ManeskinZitti e buoni | Max Gazzè e Trifluoperazina Monstery BandIl Farmacista | NoemiGlicine | Orietta BertiQuando ti sei innamorato | RandomTorno a Te | Willie PeyoteMai dire mai | Willie PeyoteMai dire mai

Le 8 nuove proposte (Giovani)

AvincolaGoal! | Davide ShortyRegina | DellaiIo sono Luca | Elena FaggiChe ne so | FolcastScopriti | GaudianoPolvere da sparo | Greta ZuccoliOgni cosa sa di te | WrongonyouLezioni di volo

Leggi anche: