Sanremo 2021 si farà a marzo: riconfermati Amadeus e Fiorello

Per quanto riguarda la figura di Fabio Fazio invece, «vogliamo avviare con lui un nuovo percorso», ha detto l’ad di Rai, Salini

Squadra che vince non si cambia. Dopo gli ascolti record dell’edizione 2020, i vertici Rai hanno deciso di riconfermare Fiorello e Amadeus alla conduzione della prossima edizione di Sanremo. Amadeus sarà, anche per il prossimo anno, il direttore artistico del Festival.

«Sanremo 2021 sarà di nuovo affidato al direttore artistico Amadeus, persona misurata, garbata, ma anche grande intrattenitore, che ha fatto un gran lavoro di selezione delle canzoni. Insieme a lui ci sarà il grande Fiorello. Sarà un Sanremo che riaprirà la nostra normalità: viva Sanremo», ha detto il direttore di Rai 1 Stefano Coletta, annunciando la decisione durante la presentazione dei palinsesti autunnali Rai.

Cambia la data del Festival

Cambiano inoltre le date dell’appuntamento musicale. Il festival della canzone italiana non si svolgerà più a febbraio, come la scorsa edizione, ma dal 2 al 6 marzo 2021 «per cercare di realizzarlo nella formula tradizionale». Per quanto riguarda un piano B, in caso i contagi da Coronavirus dovessero tornare a salire, «ci stiamo pensando», ha detto Coletta. Ma «il piano B non è Sanremo», ha aggiunto.

Sì al taglio dei compensi

L’ad Fabrizio Salini, durante la presentazione dei palinsesti, ha assicurato che sul capitolo “canone Rai”, c’è un dialogo con le istituzioni per «portare nell’azienda tutte le risorse che fanno parte del canone, compreso l’extragettito». L’amministratore delegato ha anche definito «giusta e sana» la proposta del taglio dei compensi, in particolare «in questo momento di grandissima difficoltà economica per il Paese deve adattarsi anche il servizio pubblico».

Il “caso” Fazio

Una proposta che in passato aveva scatenato non poche polemiche, in particolare per quanto riguarda la figura di Fabio Fazio: il taglio del suo compenso era sta stato chiesto già da Matteo Salvini quando era al governo. E proprio in merito a Fazio, Salini ha detto: «Con Fabio stiamo arrivando al quarto anno del suo contratto, ma non nascondo che vogliamo avviare con lui, insieme al direttore di Rai3 Di Mare, un nuovo percorso».

Non è chiaro cosa è previsto per il conduttore, ma sembrerebbe che il suo futuro sia comunque in Rai. In passato, lo stesso Fazio aveva lasciato intendere che tra le opzioni sul tavolo c’era anche l’eventualità di non prorogare il contratto alla scadenza. Possibilità al momento archiviata, sembrerebbe dalle parole del direttore di Rai3: «L’arrivo di Fabio Fazio a Rai3 è un approdo per una ripartenza, per affrontare nuove sfide. Fazio è un asset non solo di Rai3 ma dell’azienda intera».

Leggi anche: