Sanremo 2020, Nuove proposte: Gabriella Martinelli e Lula – “Il gigante d’acciaio”

Gabriella Martinelli, classe ’86, è una polistrumentista e cantautrice di origini pugliesi. Cresciuta musicalmente tra le strade italiane ed europee suonando come busker, ha all’attivo anche numerosi concerti in festival, club e teatri. Ha vinto diversi premi tra cui il Bindi, Musicultura e Botteghe d’autore.

Lula, al secolo Lucrezia Di Fiandra, classe ’95, nasce a Roma e sin da bambina si dedica alla musica in varie band, studiando parallelamente canto e composizione. Il duo si presenta a Sanremo Nuove proposte con il brano Il gigante d’acciaio, grazie alla vittoria del concorso “Area Sanremo” nel 2019.

Il significato di “Il gigante d’acciaio”, spiegato di Gabriella Martinelli e Lula

«Questo pezzo nasce dalla voglia di raccontare la storia dell’ex Ilva dei lavoratori, della gente che lotta per i propri sacrifici e che abbraccia degli ideali precisi – spiegano Gabriella Martinelli e Lula – così come anche chi trova il coraggio di scappare o di restare in una terra non facilissima».

Il testo di “Il gigante d’acciaio” di Gabriella Martinelli e Lula

Mi piace la mia città
E questo è il mio quartiere tutto rosso
Gli alberi, le facciate delle case
Quello che però non capisco
E che mi fa arrabbiare è che quando c’è vento
Non posso uscire a giocare
Si chiudono le finestre
Chiudono anche le scuole
C’è una puzza pazzesca e non si può respirare
Quando c’è vento nel mio quartiere
Non si può giocare
Mio padre lavora in un posto grandissimo
Lui lo chiama il gigante d’acciaio
Con grandi camini che fumano sul mare
E gli ho sentito dire
Che dà lavoro a diecimila persone
Eppure papà da lì se ne vuole andare
Dice sempre: “Non possiamo scegliere se vivere o lavorare
Non possiamo scegliere se vivere o lavorare
Se scappare o morire”
Non ci sarà un’altra volta, un’altra volta
Non ci sarà un’altra volta, un’altra volta ancora
Papà stava bene, s’è fatto una casa
Ha sposato due figlie e mo’ resto io
Con dieci anni d’amianto e molte rughe
Ha lasciato l’inferno per darlo a me.
Ero troppo giovane per capire
E ho provato a scappare
Ma mi mancava il mare
Mi mancava il mare
Mi mancava mia nonna
E il sentirmi dire
Ué guagliò vid ca’ qua so tutt cos buene
Non ci sarà un’altra volta, un’altra volta
Non ci sarà un’altra volta, un’altra volta ancora
Chi ci darà una risposta
Macchiami il cuore con un pugno dentro al petto
Cambia il finale di una storia che ho già letto
Tutti lo sanno ma nessuno parla
Tanto funziona così
Spesso mi dicono “Vattene da qui”
Ma signori io ho famiglia
E davanti un muro, sulle spalle un mutuo
Son già marcio dentro
Ormai fa lo stesso
Non lo disco spesso
Ti confesso non ho più un futuro.
Non ci sarà
Non ci sarà un’altra volta,
Un’altra volta no, un’altra volta, no
Chi ci darà una risposta signori
Non ci sarà
Sarà diverso stavolta un’altra volta
Non ci sarà un’altra volta, un’altra volta ancora
Timbro ai tornelli della portineria
Sono le sette di una sera qualunque
Ma il vento è forte, sempre più forte
Spezza la vita e le speranze restano chiuse
Nelle mani del gigante

“Il gigante d’acciaio” di Gabriella Martinelli e Lula su Spotify e YouTube

Speciale Sanremo 2020

Il regolamento

I pronostici

I 24 cantanti Big in gara

Achille LauroMe ne frego Alberto UrsoIl sole a est AnastasioRosso di rabbiaBugo e Morgan * – Sincero DiodatoFai rumore Elettra LamborghiniMusica (E il resto scompare) ElodieAndromeda Enrico NigiottiBaciami adesso Francesco GabbaniViceversa Giordana AngiCome mia madre Irene GrandiFinalmente io Junior CallyNo grazie Le VibrazioniDov’è LevanteTiki Bom Bom Marco MasiniIl confronto Michele ZarrilloNell’estasi o nel fango Paolo JannacciVoglio parlarti adesso Piero PelùGigante Pinguini Tattici NucleariRingo Starr RancoreEden Raphael GualazziCarioca RikiLo sappiamo entrambi Rita PavoneNiente (Resilienza 74) ToscaHo amato tutto

* squalificati per defezione

Classifica

Pagelle

Ascolti

Le Nuove proposte (Giovani)

Il caso Bugo

In evidenza

Da non perdere

5 serate per 5 ricordi