Sanremo 2020, perché deve vincere Francesco Gabbani

Il Festival per l’artista toscano è l’ambiente naturale, con le sue melodie leggere parla al cuore del pubblico, anche di chi a primo impatto non lo prende sul serio

A Francesco Gabbani è bastato far ascoltare un paio di volte il suo Viceversa al pubblico di Sanremo per passare da quello che torna all’Ariston da vincitore quasi per dovere, a favorito per la finalissima. L’artista toscano ha lasciato che fosse il suo brano a parlare su tutto. Il gorilla e le coreografie alla Bollywood di Occidentali’s karma sembrano altra epoca, resta però la capacità di parlare a tutti, passando da quella ricerca di nuova spiritualità alla dimensione più intima della coppia tra «Anime purissime in sporchissimi difetti».

L’errore più facile che si può commettere ascoltando l’ultimo brano sanremese di Gabbani è di bollarlo come l’ennesima canzone sul tema trito e ritrito dell’amore. Punta invece a raccontare «il complesso meccanismo che governa l’armonia del nostro amore», ma non ha la pretesa di risolverlo. Perché ammette quanto sia complesso, e magari anche un po’ un esercizio inutile. Perché i giudizi a priori quasi sempre si sbagliano. Come quelli che sono partiti sui social quanto Gabbani è arrivato sul palco vestito da astronauta con il tricolore, nella terza serata delle cover, sulle note de L’italiano di Toto Cotugno. E subito a dargli del sovranista, salvo poi ricredersi due minuti dopo quando al tributo per Luca Parmitano si sono aggiunti i “nuovi” italiani, come ancora ci si ostina a considerarli.

Ai giudizi affrettati, Gabbani sembra ormai averci fatto il callo. Riuscire però a non fischiettare mentre si ascolta Viceversa è impresa praticamente impossibile. Il brano entra in testa e lì comincia a ronzare, e dal sentire si passa ad ascoltare quel 37enne con i baffetti alla Domenico Modugno, che non smette di gesticolare mentre canta e nel frattempo si apre e ti si racconta con il sorriso sulle labbra. E torna il gioco dei contrasti nei testi di Gabbani, che tengono in equilibrio il tutto, come quelli che «parlano di pace e fanno la rivoluzione / Dittatori in testa e partigiani dentro al cuore».

Speciale Sanremo 2020

Il regolamento

I pronostici

I 24 cantanti Big in gara

Achille LauroMe ne frego Alberto UrsoIl sole a est AnastasioRosso di rabbiaBugo e Morgan * – Sincero DiodatoFai rumore Elettra LamborghiniMusica (E il resto scompare) ElodieAndromeda Enrico NigiottiBaciami adesso Francesco GabbaniViceversa Giordana AngiCome mia madre Irene GrandiFinalmente io Junior CallyNo grazie Le VibrazioniDov’è LevanteTiki Bom Bom Marco MasiniIl confronto Michele ZarrilloNell’estasi o nel fango Paolo JannacciVoglio parlarti adesso Piero PelùGigante Pinguini Tattici NucleariRingo Starr RancoreEden Raphael GualazziCarioca RikiLo sappiamo entrambi Rita PavoneNiente (Resilienza 74) ToscaHo amato tutto

* squalificati per defezione

Classifica

Pagelle

Ascolti

Le Nuove proposte (Giovani)

Il caso Bugo

In evidenza

Da non perdere

5 serate per 5 ricordi