Sanremo 2020, Piero Pelù – “Gigante”

Piero Pelù, classe 1962, partecipa per la prima volta alla gara del Festival di Sanremo, dopo esserci stato due volte da ospite, ma soprattutto dopo 40 anni di carriera musicale. I più giovani lo hanno conosciuto come giudice del talent The voice of Italy tra il 2013 e il 2014.

Trent’anni prima, nel 1980, Pelù dava vita con il chitarrista Federico “Ghigo” Renzulli al gruppo Litfiba. Interpreti originali della new wave italiana, danno alla luce La trilogia del potere, tre album caratterizzati da un forte impegno politico contro il totalitarismo che apre le porte alla svolta più rock negli anni ’90.

Nel decennio successivo arriveranno i quattro album che varranno il successo nazionale per i Litfiba, con la Tetralogia degli elementi, dedicati ai quattro elementi naturali: El Diablo per il fuoco, Terremoto per la terra, Spirito per l’aria e Mondi sommersi per l’acqua.

Nel 1999 arriva Infinito, che da solo vende un milione di copie. Ma sarà anche l’anno della separazione tra Pelù e i Litfiba, rimasti sulle spalle di Ghigo. I due si riconcilieranno dieci anni dopo, ripartendo con una lunga tournée e un doppio disco live. Ma quattro anno dopo i due si riprendono una pausa per tornare ai propri progetti.

Tra polemiche politiche, come la battaglia contro il referendum sulla riforma Renzi-Boschi e battaglie per i diritti umani, Pelù è rimasto sempre un personaggio controcorrente e figura imprevedibile nelle sue apparizioni televisive. Sul palco dell’Ariston porterà il brano Gigante.

Il testo di “Gigante” di Piero Pelù

Spingi forte spingi forte salta fuori da quel buio
Crescerai aprendo porte tutti i giorni stare pronti
Tu sei molto di più di quello che credi di quello che vedi
Tu sei il mio Gesù la luce sul nulla, un piccolo Buddha
Niente di proibito tu sei benvenuto al mondo mondo
È come una giostra la mente
Tu sei il re di tutto e di niente gigante
Niente di proibito sei pronto a cavalcare il mondo? Mondo
Fatti il tuo castello volante
Con la fantasia di un bambino… gigante
Cavalcare draghi e mostri già ti penso dacci dentro
È un mestiere che conosco tutti i giorni stare pronti
Tu sei molto di più di quello che credi di quello che vedi
Tu sei il mio Gesù la luce sul nulla mio piccolo Buddha
Niente di proibito tu sei benvenuto al mondo, mondo
È come una giostra la mente
Tu sei il re di tutto e di niente… gigante
Niente di proibito sei pronto a cavalcare il mondo, mondo
Fatti il tuo castello volante
Con la fantasia di un bambino… gigante
Tu sei molto di più di quello che vedi di quello che credi
Sei il mio asso
Tu sei il mio Gesù la luce sul nulla mio piccolo Buddha
…Il tuo non è un pianto è il tuo primo canto ehi!
Oh eh oh eh
Niente di proibito tu sei benvenuto al mondo, mondo
È come una giostra la mente
Tu sei il re di tutto e di niente… gigante
Spacca l’infinito e rubagli un minuto al mondo, mondo
Per fare un castello volante
Con la fantasia di un bambino… gigante
Gigante…

Speciale Sanremo 2020

Il regolamento

I pronostici

I 24 cantanti Big in gara

Achille LauroMe ne frego Alberto UrsoIl sole a est AnastasioRosso di rabbiaBugo e Morgan * – Sincero DiodatoFai rumore Elettra LamborghiniMusica (E il resto scompare) ElodieAndromeda Enrico NigiottiBaciami adesso Francesco GabbaniViceversa Giordana AngiCome mia madre Irene GrandiFinalmente io Junior CallyNo grazie Le VibrazioniDov’è LevanteTiki Bom Bom Marco MasiniIl confronto Michele ZarrilloNell’estasi o nel fango Paolo JannacciVoglio parlarti adesso Piero PelùGigante Pinguini Tattici NucleariRingo Starr RancoreEden Raphael GualazziCarioca RikiLo sappiamo entrambi Rita PavoneNiente (Resilienza 74) ToscaHo amato tutto

* squalificati per defezione

Classifica

Pagelle

Ascolti

Le Nuove proposte (Giovani)

Il caso Bugo

In evidenza

Da non perdere

5 serate per 5 ricordi