Sanremo 2020, per la serata finale Achille Lauro è Elisabetta I: «Baluardo di indipendenza»

Disse a Filippo II di Spagna «non posso avere timore di un uomo che ha impiegato dieci anni ad imparare l’alfabeto» e sconfisse, con i suoi soldati, l’invincibile armata spagnola

Achille Lauro, viso incorniciato di centinaia di perle, continua a far parlare di sé. Il look della performance sul palco dell’Ariston per l’ultima serata della settantesima edizione del Festival di Sanremo è quello di Elisabeth I, la regina che disse a Filippo II di Spagna «non posso avere timore di un uomo che ha impiegato dieci anni ad imparare l’alfabeto» e sconfisse, con i suoi soldati, l’invincibile armata spagnola.

«Sono stato molto colpito dalla sua indipendenza, di cui aveva fatto un vero e proprio baluardo», ha spiegato il cantante. «Mi è parso il personaggio più adatto per chiudere la serie di performance con cui, in queste sere, ho unito personaggi che in modi diversi mi hanno ispirato attraverso modalità altrettanto differenti di esprimere e vivere la libertà». Fiorello, alla fine dell’esibizione, ha voluto fare una foto con Achille Lauro.

Elisabetta I e gli uomini

Elisabetta I, dice il cantante, «è riuscita a fregarsene, a tener testa agli uomini con cui si confrontava: lo faceva anche attraverso il suo aspetto, indossando abiti larghi sulle spalle, per rendere la propria fisicità imponente quanto la propria personalità e per non essere mai inferiore ai propri interlocutori maschili».

Achille Lauro durante la serata finale del 70esimo Festival di Sanremo. ANSA/Ettore Ferrari

La sovrana d’Inghilterra e d’Irlanda non si è mai sposata, e per questo è stata definita la regina vergine’. Era con la propria patria che diceva anzi di «essere sposata». Durante il suo regno si espressero giganti dell’arte e della letteratura come William Shakespeare, Christopher Marlowe, Ben Jonson, Edmund Spenser, Francis Bacon.

Achille Lauro e Boss Doms durante la serata finale del 70esimo Festival di Sanremo. ANSA/Ettore Ferrari

Il look di Achille Lauro – che come ormai quasi da tradizione ha baciato sulle labbra il suo chitarrista Boss Doms nel corso dell’esecuzione di Me ne frego – è curato da Gucci anche in occasione dell’ultima serata del Festival. Perle sul viso, perle sulla parrucca, crinolina e gorgiera. Durante la sua performance, Achille Lauro ha poi tolto la struttura usata per sorreggere le grandi gonne dell’abbigliamento delle nobildonne. Scoprendo un look anni ’70 ispirato ancora alle regine: pantalone di velluto rosso, camicia con strascico di chiffon rosa, stivaletti a tacco alto in vernice rossa.

In copertina Achille Lauro e Rosario Fiorello durante la serata finale del 70esimo Festival di Sanremo. ANSA/Ettore Ferrari

Speciale Sanremo 2020

Il regolamento

I pronostici

I 24 cantanti Big in gara

Achille LauroMe ne frego Alberto UrsoIl sole a est AnastasioRosso di rabbiaBugo e Morgan * – Sincero DiodatoFai rumore Elettra LamborghiniMusica (E il resto scompare) ElodieAndromeda Enrico NigiottiBaciami adesso Francesco GabbaniViceversa Giordana AngiCome mia madre Irene GrandiFinalmente io Junior CallyNo grazie Le VibrazioniDov’è LevanteTiki Bom Bom Marco MasiniIl confronto Michele ZarrilloNell’estasi o nel fango Paolo JannacciVoglio parlarti adesso Piero PelùGigante Pinguini Tattici NucleariRingo Starr RancoreEden Raphael GualazziCarioca RikiLo sappiamo entrambi Rita PavoneNiente (Resilienza 74) ToscaHo amato tutto

* squalificati per defezione

Classifica

Pagelle

Ascolti

Le Nuove proposte (Giovani)

Il caso Bugo

In evidenza

Da non perdere

5 serate per 5 ricordi