Sanremo 2020: Amadeus sarà direttore artistico (e conduttore) del prossimo festival

Amadeus sarà il successore di Claudio Baglioni nella 70esima edizione del Festival

La Rai ha sciolto le riserve: sarà Amadeus il direttore artistico dell’edizione 2020 di Sanremo. La sua conferma a conduttore era già arrivata negli scorsi mesi, ma sul ruolo di direttore c’erano ancora delle riserve. I rumors parlavano di Alessandro Cattelan, di Mogol (già presidente della SIAE) e addirittura del possibile ingaggio di Mina: un colpo da maestro che però non è riuscito alla Rai.

A condurre i giochi della settantesima edizione del Festival della Musica italiana sarà invece un altro dei volti storici della Rai, che ha debuttato nel 1988 con il programma televisivo 1,2,3 Jovanotti. Il conduttore ha lasciato l’emittente dal 2006 al 2008 per lavorare a Mediaset, tornando poi nel 2009. Tra i suoi programmi più famosi ci sono L’eredità, Mezzogiorno in Famiglia e I soliti ignoti.

Era stato Fiorello, nel suo programma su Radio Dee jay Il Rosario della sera, ad annunciare la possibilità che fosse proprio il suo ex collega radiofonico a prendere il posto dell’amatissimo Claudio Baglioni. Assieme ad Amadeus, nel corso delle cinque serate dal 4 all’8 febbraio, saliranno sul palco anche numerosi volti che hanno costruito la storia del Festival.

Lo scorso anno Baglioni era riuscito nell’impresa di avvicinare i più giovani al Festival, anche grazie alla piattaforma streaming messa a disposizione dall’emittente, Rai Play. Chissà se Amadeus e i suoi ospiti storici riusciranno a mantenere alta l’attenzione dei millennials.

Leggi anche: