Rula Jebreal non andrà a Sanremo. Stop dalla Rai: «Meglio lasciar perdere, non si fa politica»

Era tutto pronto e, invece, dai piani alti della Rai sarebbe arrivato l’ordine di bloccare la partecipazione della giornalista a Sanremo: «Questioni di opportunità»

Sfuma la presenza di Rula Jebreal sul palco del Festival di Sanremo. Il no alla giornalista italo-palestinese sarebbe arrivato dai vertici delle Rai, che hanno frenato la proposta di Amadeus diffusa nei giorni scorsi da Dagospia e che aveva scatenato chiassosi polveroni soprattutto tra i commentatori sovranisti.


Come riporta Repubblica, qualcuno «ai piani alti» di viale Mazzini ha stoppato l’idea del direttore artistico del Festival al momento della formalizzazione del contratto. Dai vertici di viale Mazzini sarebbe partito il consiglio per Amadeus di «lasciar perdere» visto che il Festival «si sarebbe trasformato in un luogo per fare politica». «Questioni di opportunità», dunque.

C’era già l’accordo

A lanciare l’indiscrezione dell’incontro, in un hotel di Milano, tra Amadeus e la giornalista era stato il sito Dagospia sollevando un vero e proprio polverone con innumerevoli critiche postate sui social.

Le critiche

Il Giornale l’aveva definita «una prezzemolina cosmpolita del pensiero unico» mentre Marco Gervasoni, docente dell’Università del Molise, noto per aver pubblicato tweet contenenti offese contro Liliana Segre, aveva scritto: «Mitica la definizione che ne diede in un talk show anni fa Sapelli “gnocca senza testa”. Aspettatevi un Sanremo pro clandestini, pro islam, pro lgbt, pro utero in affitto, pro sardine, pro investitori d’auto (purché con suv)». 

Durissimo anche il commento di Daniele Capezzone, giornalista de La Verità: «Mi par di capire che con i soldi del canone Rai Rula Jebreal potrebbe essere incaricata a Sanremo di spiegarci quanto le facciamo schifo. Se poi qualcuno si lamenterà sui social, seguiranno accuse di: razzismo, sessismo, machismo. Pure nel 2020 ci avete già rotto i c*****».

Le critiche sui social, il timore che Rula Jebreal potesse parlare di politica o attualità nel corso della kermesse musicale di Rai 1 e che, quindi, non facesse di certo «la bella statuina» hanno forse intimorito i vertici Rai che hanno preferito bocciare la proposta avanzata dalla direzione artistica di Sanremo 2020.

Foto in copertina da Facebook

Speciale Sanremo 2020

Il regolamento

I pronostici

I 24 cantanti Big in gara

Achille LauroMe ne frego Alberto UrsoIl sole a est AnastasioRosso di rabbiaBugo e Morgan * – Sincero DiodatoFai rumore Elettra LamborghiniMusica (E il resto scompare) ElodieAndromeda Enrico NigiottiBaciami adesso Francesco GabbaniViceversa Giordana AngiCome mia madre Irene GrandiFinalmente io Junior CallyNo grazie Le VibrazioniDov’è LevanteTiki Bom Bom Marco MasiniIl confronto Michele ZarrilloNell’estasi o nel fango Paolo JannacciVoglio parlarti adesso Piero PelùGigante Pinguini Tattici NucleariRingo Starr RancoreEden Raphael GualazziCarioca RikiLo sappiamo entrambi Rita PavoneNiente (Resilienza 74) ToscaHo amato tutto

* squalificati per defezione

Classifica

Pagelle

Ascolti

Le Nuove proposte (Giovani)

Il caso Bugo

In evidenza

Da non perdere

5 serate per 5 ricordi